Caribbean Stud 510566
Vittoria

Non solo Texas Hold’em

Mondo del poker Negreanu nasce il 26 luglio a Toronto, figlio di due immigrati rumeni trasferitisi in Canada in cerca di un futuro migliore per i figli Mike e Daniel. Il padre, Constantin, lavora come elettricista e vende dolciumi per mantenere la famiglia. Grazie a questi giochi e unitamente al suo amore per le probabilità e per i numeri, Negreanu riesce a soddisfare la propria vena competitiva. Già in questa fase della sua vita Negreanu riesce a far crescere in maniera costante il proprio bankroll. In questo periodo, inoltre, conosce e frequenta Evelyn Ng, che in futuro diverrà una famosa giocatrice di poker e che grazie ai consigli di Negreanu riuscirà a sviluppare uno stile di gioco atto ad affrontare giocatori aggressivi. Da sempre competitivo e amante delle sfide, Daniel mette subito gli occhi sulla capitale mondiale del poker: Las Vegas. Qui dà prova di grande pervicacia, continuando un ciclo che lo vede ripetutamente vincere a Toronto e perdere a Las Vegas.

È possibile distinguere tre grandi famiglie di poker: Community Card, Draw e Stud. Del primo gruppo, Community Card, fanno parte le specialità che prevedono la presenza di un determinato numero di carte comuni per tutti i giocatori, alle quali si aggiungono delle carte personali, visibili soltanto dal giocatore affinché ne è in possesso. Le specialità di tipo Draw si basano sulla distribuzione di un determinato numero di carte coperte ad ogni giocatore. Durante lo svolgimento del gioco, il pokerista ha il diritto di cambiare, una o più volte, le carte in suo possesso. La categoria Stud comprende le specialità in cui il atleta riceve un determinato numero di carte personali, alcune coperte e altre scoperte, tutte utili per formare la reazione. Come si gioca a poker Ciascuno partita di poker, indipendentemente dalla specialità, è composta da un indefinito album di mani. Se nessun giocatore realizza almeno una coppia, vince chi è in possesso della carta singola più alta. In caso di più combinazioni di pari livello, vince chi è in possesso della carta più alta.

Leave a Reply